Tipi di cere

La paraffina nel mondo delle candele

Paraffina

La paraffina è il nome corrente dato a una miscela di idrocarburi  solidi, in prevalenza alcani, le cui molecole presentano catene con più di 20 atomi di carboni. È ricavata dal petrolie si presenta come una massa cerosa, biancastra, insolubile in acqua e negli acidi.

Fu inizialmente prodotta dall’industriale tedesco Karl von Reichenbach nel 1830. I suoi principali impieghi sono nella fabbricazione di candele , lubrificanti, isolanti elettrici, per la patinatura della carta e per produrre cosmetici, oli, creme per bambini e gomme da masticare.

La paraffina è la cera più usata in assoluto per creare le candele in casa, di basso costo e di grande resa: va bene per quasi tutti i tipi di candele. Paraffina  puoi  trovarla in due versioni: standard (temperatura di fusione 52-54°C) o dura (temperatura di fusione 56-58°C). Ma ricordiamo  che  paraffina e ricavata dal petrolio – candele fatte con paraffina ✅Belle da esporre e ottime anche come regalo, le candele da interno sono molte diffuse e spesso si crede siano innocue. Non è del tutto così però, perché quando vengono bruciate rilasciano nell’aria monossido di carbonio, fuliggine e composti chimici, tra i quali toluene e benzene.

Come monossido carbonio e fuliggine peggiorino l’aria è noto , ma lo sono molto meno gli effetti di toluene e benzene.
Il toluene può irritare gli occhi, il naso, la gola e la pelle e provocare disturbi respiratori .⚡️A seconda del livello di esposizione, il toluene può anche portare a stanchezza, confusione, vertigini, mal di testa, ansia e insonnia, oltre a danneggiare reni, fegato e nervi.…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *